Skip to main content Skip to site footer

You are using an outdated browser. Please upgrade your browser to improve your experience.

Monthly Review - Maggio 2024

8 days ago

Quick look
I mercati

Maggio

4,8%

S&P 500

1,3%

EURO STOXX 50

1,6%

FTSE 100

0,1%

CAC 40

3,2%

DAX 30

0,9%

BEL 20

2,2%

FTSE MIB

4,3%

IBEX 35

1,1%

TOPIX
Fonte dati: Bloomberg 31.05.2024
Biden schiaffeggia i dazi

Biden schiaffeggia i dazi

Il presidente Biden ha annunciato un forte aumento dei dazi sulle importazioni di prodotti basati su tecnologie pulite dalla Cina. Ciò ha comportato un raddoppio dei dazi sui veicoli elettrici, ora pari al 100% e un aumento pari al 50% sui pannelli solari. I dazi imposti da Biden, pari ora a 18 miliardi di dollari, si aggiungono ai 300 miliardi di dollari imposti durante la presidenza Trump. Forse questi non sono gli elementi più significativi del commercio USA-Cina, ma il messaggio è chiaro e si rivolge direttamente agli elettori che vivono nel cuore manifatturiero degli Stati Uniti. Nel frattempo, aumenta il rischio di emulazione dei dazi, per scoraggiare la Cina a limitarsi a trasferire queste esportazioni in Europa.

Primo taglio a giugno

Primo taglio a giugno

I mercati sono fermamente convinti che la Banca centrale europea (BCE) compirà il primo passo sulla via del taglio dei tassi d'interesse nella riunione di inizio giugno. A titolo di aiuto, l’inflazione dell’eurozona ha continuato il suo costante calo, il che significa che qualsiasi rivendicazione salariale può essere tenuta sotto controllo. In calo anche i dati sull'inflazione negli Stati Uniti e nel Regno Unito, ma non in linea con quanto previsto, rinviando le previsioni di taglio dei tassi al più presto a settembre. Al contempo, i mercati azionari hanno continuato a toccare massimi storici, in quanto la traiettoria di discesa verso tassi più bassi è rimasta molto in vista.

Chip per tutto?

Chip per tutto?

Nvidia, la società che domina il mercato dei microchip per l’IA generativa, ha annunciato dati sui ricavi del 1° trimestre in rialzo, citando livelli record di domanda di chip per IA. Tuttavia, la concorrenza ha continuato a farsi sentire. Apple ha lanciato un “chip straordinariamente potente”, che abiliterà le funzioni di IA nel suo nuovo iPad. Attualmente la progettazione dei chip è al centro dei piani di sviluppo di IA dei giganti tecnologici rivali, come Microsoft, Alphabet (Google) e Amazon, che stanno lavorando a nuovi prodotti. Inoltre, al Summit di Seul sull’intelligenza artificiale, le aziende leader del settore hanno sottoscritto un nuovo ciclo di impegni sulla sicurezza dell’IA.

We use cookies to give you the best possible experience of our website. If you continue, we'll assume you are happy for your web browser to receive all cookies from our website. See our cookie policy for more information on cookies and how to manage them.